A Milano, in via Monte Napoleone, la mostra ” Collective Art “. Empatia ed eleganza nel quadrilatero della moda a cura di Loris Zanrei.

di Marta Bonelli Risultati immagini per logo social network

Milano ed  Lz Indipendent Art hanno promosso e presentato ” Collective Art “, la mostra collettiva di arte contemporanea a cura di Loris Zanrei , il 23 Giugno in via Monte Napoleone, presso il prestigioso Business Center al centro del quadrilatero della moda più famoso al mondo. Lz Indipendent Art ancora una volta riesce a promuovere la ricerca artistica di un gruppo di contemporanei che hanno elevato il gusto e la ricerca a materia d’arte  valorizzando il binomio cultura e sperimentazione. Gli artisti in mostra:  Lucia Chessari, Silvia Rastelli, Filippo Barbieri, Paolo Mezzadri. Ospite fuori collettiva, l’artista bresciano Vezzoli. 

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi
Trittico di opere dell’artista Silvia Rastelli 

Loris Zanrei spiega così la genesi della mostra di Milano:  “La nostra è una società che vive nell’assenza. Assenza di cosa? L’assenza è sempre una mancanza di fede in qualunque modo la si voglia intendere. Quando gli uomini non credono producono un vuoto ed io questo vuoto ho voluto riempirlo con opere di artisti in cui credo fortemente. ” “Nello spazio Lz Indipendent At in via Montenapoleone  Loris Zanrei colloca 20 opere:  sculture di ferro di Paolo Mezzadri, il senso di femminilità e poesia nelle opere di Lucia Chessari, la provocazione ed il richiamo ad opere storiche nelle esecuzioni di Filippo Barbieri, il gusto e l’eleganza nei dipinti raffinati di Silvia Rastelli.  Il dialogo tra forza, luce e spazio innesca una forte empatia, suggestioni mutevoli e personali, attraverso le quali gli artisti invitano noi tutti colmare il nostro vuoto interiore e a ricercare in noi stessi (e non all’esterno) le risposte, la saggezza e l’equilibrio.” 

VOTO: 5/5

  • Allestimento: interessante confrontare le modalità di allestimento della mostra; se, da una parte, la mostra di Loris Zanrei è connotata da un accumulo di presenze, che confondono e rendono difficile la comprensione del percorso e degli intenti, dall’altra parte l’allestimento si apre in spazi ridotti che coinvolgono lo spettatore, che si trova a osservare con stupore le opere esposte.
  • Contenuti: alta la qualità delle realizzazioni presentate, un ottimo modo per conoscere nuove realtà importanti dell’arte contemporanea.
  • Rapporto qualità/prezzo: come sempre, Lz Indipendent Art apre le porte al pubblico senza richiedere biglietto, creando così un luogo di interazione culturale aperto a tutti.

L'immagine può contenere: 4 persone

L'immagine può contenere: 4 persone

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone sedute, persone in piedi e spazio al chiuso

L'immagine può contenere: 1 persona
Paolo Mezzadri, artista in mostra. 

L'immagine può contenere: 5 persone, persone che sorridono

L'immagine può contenere: 3 persone, persone sedute, scarpe e spazio al chiuso

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone in piedi
Filippo Barbieri, artista. Con il curatore della mostra Loris Zanrei 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...