NUOVA INTERVISTA A LORIS ZANREI: “… QUASI DUE MESI DI ARTING NEWS ” a cura di Ale Palmieri

Era il 9 Settembre del 2015 quando ARTING NEWS cambiava proprietà, dopo un anno di gestione del gruppo Arte Nuova srl, Loris Zanrei diventava il nuovo proprietario e gestore del sito. Con questa intervista vogliamo fare un bilancio, tracciare un percorso e capire quali obiettivi saranno perseguiti e quali iniziative saranno intraprese, un faccia a faccia con Loris per valutare i suoi programmi per il futuro e per comprendere meglio il suo punto di vista, un incontro che ci viene richiesto da voi lettori e che nonostante le mie persuasioni non è stato semplice ottenere data l’indole di Loris a sfuggire ad ogni tipo di “palcoscenico” seppur virtuale.

io(nella foto Loris Zanrei)

INTERVISTA :

Ale: “Ciao Loris, grazie per la tua disponibilità e grazie per aver accettato di metterti a nudo pubblicamente ”

Loris: ” Di nulla Ale, ormai l’intervista con te è diventato un appuntamento catartico, lo faccio volentieri ma a patto che non prendiate seriamente certe mie considerazioni, insomma…nulla di assoluto! ” 

Ale: ” Era il 9 Settembre quando hai deciso di assumere la proprietà di Arting News, sei pentito? Il tuo bilancio ad oggi com’è, positivo o negativo? ”

Loris: ” Assolutamente positivo, sono felice dei risultati ottenuti, abbiamo triplicato il numero di lettori che ogni giorno vengono a leggerci, abbiamo attratto sponsor a livello nazionale e abbiamo inserito molte esclusive nel sito, non posso che essere orgoglioso del lavoro svolto fino ad oggi. Arting News si colloca tra le prime testate italiane per informazione e aggiornamenti nel settore arte. Contiamo oltre 1.200 lettori la settimana ed il numero è ancora in crescendo. Chiaramente l’obiettivo cardine è ancora lontano. ” 

Ale: ” Qual’è il tuo obiettivo cardine? ”

Loris : ” No caro Ale, non ci casco. Lo tengo per me. Sarebbe inutile adesso sparare obiettivi troppo alti, ciò che conta ora è il lavoro, come dico sempre, lavoriamo a testa bassa, con tanta umiltà, i risultati poi arriveranno. I lettori ci stanno premiando, segno che stiamo facendo un buon lavoro d’equipe, per questo ringrazio te che sei un ottimo direttore e tutte le persone che collaborano con noi segnalandoci eventi, mostre, e dandoci la disponibilità di pubblicare articoli di primissimo livello.” 

Ale: ” Grazie a te Loris, perchè con la tua esperienza hai portato professionalità,organizzazione, e regole molto chiare. Con questo non voglio assolutamente sminuire la proprietà precedente, ma al contrario, ringraziarli perchè se Arting News esiste il merito è di chi lo ha inventato.”

Loris: “Concordo al 100% e mi associo ai tuoi ringraziamenti “.

Ale: ” Ma ora basta buonismo…vuoi levarti qualche sassolino dalla scarpa? ”

Loris: ” In merito a chi? Per quanto riguarda Arting no, tutto fila liscio e posso confermare di aver trovato per la prima volta  un gruppo che lavora in assoluta armonia, cosa mi vorresti far dire…?(risata) ”

Ale: “Lasciando da parte Arting…per il resto, te lo chiedo in generale, da te che sei per molti un punto di riferimento, dallo stile alla tua personalità fino alle tue considerazioni al vetriolo e al tuo modo di fare impresa…in generale cosa hai da dire? ”

Loris: ” Vedi…so che vuoi lusingarmi e pungermi, ma non mi estrapolerai nulla di personale (risata) ” 

Ale: ” La tua parte filosofica ha preso il sopravvento, allora mi rifaccio proprio ad un editto filosofico…”Avremmo bisogno di tre vite: una per sbagliare, una per correggere gli errori, una per riassaporare il tutto ” cosa ne pensi Loris? ”

Loris: ” Penso che fondamentalmente sia cosi per tutti, io quello che ho fatto lo rifarei, in amore specialmente. Rivivrei tutte le storie d’amore che ho avuto tranne una in età giovanile ma solo perchè era una ragazza malvagia e senza valori che ha portato cattiveria anche ai miei famigliari, e questo nonostante siano passati vent’anni non me lo perdono. Anche gli errori probabilmente li rifarei tutti perchè senza di essi non sarei io, poi in fondo io penso che la vita è come un’eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii. Quindi non cambierei nulla. 

Ale: ” Le persone più importanti nella tua vita? ”

Loris: ” I miei nonni. Ho la fortuna di avere ancora i nonni materni e per me sono tutto. Ho con loro un rapporto quotidiano fatto di premure e famigliarità. Loro mi hanno permesso di studiare, di raggiungere degli obiettivi e ancora oggi sono i primi ad incoraggiarmi nel lavoro. Se a volte ho avuto la voglia di mollare e non l’ho fatto lo devo a loro. ” 

Ale: ” E’ strano perchè ti ho fatto questa domanda sapendo per certo la tua risposta, Chi conosce Loris non può non conoscere questa parte essenziale di te. ”

Loris : ” Tu lo sai bene quante volte ne abbiamo parlato ” 

Ale: ” Ad oggi nel lavoro chi è il tuo modello pubblico di riferimento? ”

Loris: ” Se ti dicessi Loris Zanrei sarei presuntuoso. Dunque, a livello imprenditoriale sicuramente Flavio Briatore, la sua ecletticità nel diversificare è meravigliosa. Nel nostro mestiere nessuno, io passo dal produrre eventi ad essere direttore di mostre, al collaborare per l’allestimento di gallerie d’arte e ad essere proprietario di un network come Arting News. Se mi trovi qualcuno che fa quello che faccio io lo devo conoscere. Forse tu Ale…(risata) non ci avevo pensato. (ancora risata)

Ale: ” Nel mio piccolo…faccio la metà delle cose che fai tu ma le faccio meglio (risata). Scherzi a parte, mi dici le news nel tuo lavoro?”

Loris: ” A fine Novembre mi sposto per un po’ a Trani, mi hanno affidato la direzione artistica della Pinacoteca museo “Scaringi”  inaugureremo il 28 Novembre con una mostra contemporanea, saranno sei artisti legati al territorio, sei personalità davvero interessanti. ”

Ale: ” Ne vuoi citare qualcuno? ”

Loris: ” A questo punto li cito tutti dato che me ne dai la possibilità, Nico Sguera, Arturo Avossa, Michele Riefolo, Rosa Iacopone, Marcella Sacino, Antonella Magliozzi. Sono un gruppo di artisti affermati che si mettono in gioco in un contesto importante, la mostra merita tanto, non perchè la dirigo io ma perchè sono artisti veramente capaci, innovativi e con un mercato interessante. Tra l’altro il giorno dell’inaugurazione ci sarà uno straordinario gruppo di danza che si esibirà in uno spettacolo molto suggestivo, allievi dell’associazione sportiva: “Nati per ballare” guidati dall’insegnante Francesca Lacerenza, quindi essendo un avvenimento irripetibile non potete mancare, il mio è un invito esteso a tutti. ”

Ale: ” Non mancheremo, anzi, a sorpresa ti dico che io e qualche amico della redazione verrà senz’altro a trovarti.”

Loris: ” Grazie, vi offrirò la cena. (risate)”

Ale: ” Come nell’intervista scorsa non posso non chiederti un dipinto che vale la pena di vedere, un suggerimento per tutti i nostri lettori. ”

Loris: ” Allora ti dissi Masaccio e passai per uno che ha dei gusti arcaici. In realtà l’opera d’arte è come una donna, se non ti emoziona è solo un passatempo. Oggi ti dico “La vita” di Pablo Picasso, un dipinto incredibile del 1903. ” 

Ale: ” Non ritieni che in un paese come il nostro – che detiene il più vasto patrimonio artistico e culturale del mondo – una materia come storia dell’arte dovrebbe essere fondamentale nell’ insegnamento di ogni scuola di ordine e grado?

Loris: ” No, perché tutto quanto è obbligatorio diviene invariabilmente antipatico. La scelta di leggere un libro ci rende liberi, viceversa l’obbligo inibisce il piacere. Di fatto l’amore per l’arte deve restare un frutto proibito. Tu pensa solo al caso de I promessi sposi: un testo straordinario, che generazioni di studenti hanno odiato solo perché costretti a leggerlo. E’ giusto insegnare a dipingere? Mah, personalmente credo che sia un rischio. ” 

Ale: ” Loris,cosa ti aspetti dal 2016? ”

Loris: ” Ti rispondo come Casanova, Cosa cerchi? Cerco un attimo che valga una vita ” 

Ale: ” Grazie Loris, le nostre interviste ormai sono un appuntamento ineluttabile, parlare con te è come osservare un fiume in piena, sai che prima o poi l’acqua farà il suo corso e per quanto suggestiva la scena prima o poi qualcuno si bagnerà i piedi. ”

Loris: ” Grazie a te Ale, un abbraccio a tutti i nostri lettori, non smettete mai di farci sentire utili. ” 

 

24/10/2015 a cura di Alessandro Palmieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...